Divulgazione informatica: informazione automatica (1)

tratto dalla rubrica "Informatica" della rivista web e cartacea MyInformando.it

di Armando Pagliara, 19/09/2016

"L'informatica non riguarda i computer più di quanto l'astronomia riguardi i telescopi", Edsger Dijkstra. Riprendendo la citazione, emblematica, dell'articolo introduttivo di Maggio 2016, voglio cercare di enfatizzare l'errore più comune che si fa, accomunando una scienza pura allo strumento che si utilizza sua fruizione o realizzazione.

Parole troppo complesse? Cerchiamo di semplificarle attraverso degli esempi pratici, in modo che sia ben chiara la differenza.
La frase vuole intendere che non è possibile sostituire una scienza (o una disciplina) allo strumento che si utilizza per realizzarla: è come sostituire l'aritmetica con le calcolatrici o la meccanica con le officine. O, appunto, l'astronomia con i telescopi.

Il computer (elaboratore in italiano) è una macchina automatizzata in grado di eseguire complessi calcoli matematici e, a partire dalla seconda metà del XX secolo, altri tipi di elaborazione dati.

Il concetto di "informatica intesa come come scienza" non è semplice da comprendere, perché quasi da tutti è considerata all'interno di un contesto che comprende dispositivi elettronici, dal caro e vecchio (ma ancora attuale) personal computer ai dispositivi mobili, come smartphone e tablet... continua su MyInformando.it