Speciale COVID-19

Trent'anni di differenze: la fine del benessere

Il potere d'acquisto, dagli anni '80 al decennio odierno

di Armando Pagliara, (aggiornato il 23/01/2021)

Anni '80. Stipendio di 2 milioni e mezzo di lire.
Cosa si può fare con 2 milioni e mezzo?
Ci si può permettere di comperare una casa e di far vivere una famiglia di 4 persone, dando alla propria moglie la possibilità di non lavorare e crescere i figli, senza eccessive rinunce.

Anno 2012. Stipendio di 1250 euro (equivalente al precedente..?).
Cosa si può fare con 1250 euro?
Sopravvivere a stento, scegliendo se comperare casa o fare figli. Ma lavorando in due, quindi con un altro stipendio in entrata.
Di almeno 1000 euro.

Conclusioni: ogni giorno, ogni ora, ogni minuto convergiamo alla già ben nota povertà dei paesi dell'est europeo.

Signori preparatevi ad emigrare. In Italia i giochi sono finiti. Il benessere è terminato.

Commento di Armando
del 14/12/2012
Sì, effettivamente il tuo esempio è giusto, probabilmente 2 milioni e mezzo era lo stipendio di un insegnante alla fine degli anni '90, ma comunque prima dell'entrata in vigore dell'euro (e lo so per certo, visto che era lo stipendio di mio padre, unica entrata in famiglia). E ti permetteva comunque di vivere bene... finché non è cambiato il sistema. La sopravvivenza è comunque possibile, ma a volte le rinunce non bastano, se poi iniziano problemi di salute e incidenti di percorso.
Commento di cristiano
del 13/12/2012
Posso essere più o meno d'accordo con le conclusioni, alle quali arrivo con altri mezzi, ma non con il ragionamento, che trovo sbagliato nel metodo. Infatti dagli anni '80 sono passati per l'appunto 30 anni. Allora 2 milioni e mezzo erano uno stipendio più che dignitoso, oggi 1250 € rappresentano uno stipendio piuttosto basso. Credo che il confronto sarebbe più corretto confrontando lo stipendio di alcune categorie professionali oggi e allora. Per esempio, non credo che un insegnante guadagnasse all'epoca 2 milioni e mezzo, e oggi prende un po' più di 1250 €.